domenica 30 ottobre 2011
Oggi niente ricetta!
Vi mostro soltanto la mia zucca di Halloween (più simpatica che mostruosa) e, per chi non avesse mai provato ad intagliarne una, vi lascio qualche suggerimento su come procedere per avere la vostra Jack o'lantern!



Innanzitutto, ecco cosa vi occorre:
pennarello, coltelli (che taglino bene, possibilmente uno abbastanza grande ed uno più piccolo), cucchiaio o scavino, un panno, un foglio di carta e, ovviamente, una bella zucca!
Ed ecco ora come procedere:
1. Ripulite la vostra zucca sulla superficie utilizzando un panno leggermente umido.
2. Con  il pennarello disegnate a circa 7-10 cm dalla cima (a seconda delle dimensioni della zucca) un cerchio oppure, se volete azzardare, una sorta di stella con numerose punte.
3. Poggiate la zucca in orizzontale su un piano stabile e tagliate col coltello lungo le linee che avete disegnato, affondando il coltello abbastanza a fondo.
4. Aprite ora la vostra zucca e riponete il "cappellino" che avete ricavato da parte, dopo aver ripulito con il panno le tracce di pennarello.
5. Servendovi del cucchiaio o dello scavino svuotate con pazienza la zucca eliminando i semi e la polpa. Più le pareti saranno private della polpa, meno faticoso sarà il vostro lavoro d'intaglio. Se è la prima volta che intagliate, però, vi consiglio di lasciare un po' più di spessore perchè ci sarà meno rischio di rompere la zucca durante l'intaglio.
6. E' il momento di liberare la fantasia e di dare un volto alla vostra zucca. Vi conisglio di disegnare la faccia che volete dare alla vostra lanterna prima su un foglio e poi di riprodurla sulla zucca. Potere ricopiarla  utilizzando sempre il pennarello o usare il metodo "punteruolo" (usando per esempio uno stuzzicadenti).
7. Con il coltello intagliate la zucca lungo le linee disegnate o bucherellate.
8. Quando avete terminato potete divertirvi a creare degli intagli con il coltello piccolo poco profondi, tali solo da rimuovere l pellicina arancione della zucca, in modo da creare dei disegni/decorazioni sulla vostra zucca che la rendano più vostra (come ho fatto io stessa con il fiore che vedete e che ho voluto per rendre più carina la mia zucca-bambina).
9. Inserite una candela all'inerno della zucca ed accendetela! Chiudete "il cappellino" e la vostra zucca è ora una meravigliosa... o spaventosa...lanterna di Halloween!



E' una cosa divertente che ai bambini piace molto ma mi permetto di raccomandarvi di fare molta attenzione sia per voi stessi che per i vostri bambini. L'intaglio richiede un po' di forza ma sopratutto sicurezza e precisione. State attenti che il coltello non vi scivoli, dal momento che la superficie della zucca è liscia. Tenete a distanza di sicurezza altri adulti o bambini durante l'intaglio.
Come dicevo, però, i bambini si possono divertire molto con questo tipo di attività quindi potere farli partecipare alla fase di svuotamento della zucca e, naturalmente, a quella di disegno!!!

Allora buon divertimento e felice Halloween a tutti, grandi e piccini!

Silvi
giovedì 27 ottobre 2011
Oggi vi presento i miei primi ravioli fatti in casa!
Ho scoperto che il mio Nonno era il "ravioli-maker" della famiglia così ho pensato di dover proseguire la tradizione. Certo, forse di fronte alle mie idee un po' strampalate avrebbe sgranato gli occhi e forse ieri, mentre facevo la prima fila di ravioli deve essersi fatto delle belle risate guardandomi da lassù! Però alla fine il risultato mi ha soddisfatta, quindi vi propongo la mia ricetta per far diventare dei bei ravioli "di magro" un originale e gustoso finger food da servire durante un aperitivo tra amici!


I ravioli sono, ovviamente, fatti di pasta fresca all'uovo mentre il ripieno è a base di zucca e caprino, quello buono della Valsassina! Infine, anzichè cuocere i ravioli in acqua bollente, come si fa di solito (cosa che potete comunque fare se volete), li ho fritti in olio (potreste anche friggerli nel burro ma io non sono pro-troppi grassi) e serviti ben caldi.

Ingredienti:
PER LA PASTA
1 Uovo ogni 120g di farina
Sale 1 cucchiaino ogni 4 uova (solo se li friggete altrimenti potete non mettere il sale e cuocerli in acqua bollente salata)
PER IL RIPIENO
Zucca
Caprino (latte di capra) 80 g
Pepe nero q.b.
Sale un q.b.

Olio per friggere
Albume per chiudere i ravioli
Inoltre vi consiglio di utilizzare la macchina per la pasta fresca, piuttosto che il mattarello, e la rotella taglia-pasta per dare forma ai vostri ravioli.

Preparazione:
PER LA PASTA
Disponete " a fontana" la farina su un piano di lavoro. All'interno mettete le uova intere e il sale ed incominciate delicatamente ad impastare, prendendo man man la farina dai bordi. Lavorare bene l'impasto fino ad ottenere un composto liscio e compatto. Se dovesse risultare duro o asciutto potete aggiungere poca acqua tiepida. Lasciate ora riposare l'impasto avvolto nella pellicola trasparente.
PER IL RIPIENO
Pulite e tagliate la zucca a pezzetti. Per questi ravioli serve che l'interno sia piuttosto umido quindi vi consiglio di cuocere la zucca in padella con poca acqua e il sale. Qualora voleste fare la verisione "tradizionale" dei ravioli e cuocerli in acqua bollente vi consiglio di cuocere la zucca in forno avvolta nella stagnola così che risulti più ascuitta.
Quando sarà morbida e cotta schiacciatela con la forchetta o con lo schiaccia patate e lasciate raffreddare. Aggiungete ora il caprino, il pepe e aggiustate il sale. Amalgamate gli ingredienti con cura.
COMPONIAMO I RAVIOLI
Stendete l'impasto con il mattarello o, se la possedete, con la macchina per la pasta fresca (in questo caso non tutto l'impasto insieme ma un po' alla volta). Stendete una striscia larga di pasta sul piano di lavoro e diponete il ripieno per file in punti equidistanti. La quantità di ripieno e la distanza dipende da quanto volete grandi i ravioli. Io vi consiglio di usare, per il finger food, 3/4 di cucchiano per il ripieno e di disporlo piuttosto ravvicinato perchè i ravioli devono essere piuttosto piccoli. Ora, con un pennello da cucina sporco di albume d'uovo, spennellate a scacchiera attorno al ripieno e ricoprite con una sfoglia di egual dimensioni. Con le mani partendo dal centro schiacciate riga per riga lungo gli spazi tra i ripieni, in orizzontale e in verticale (sempre partendo dal centro altrimenti i ravioli risulteranno pieni d'aria). Da ultimi, premete lungo i bordi. Ora potete tagliare, con l'ausilio della rotella taglia-pasta, i ravioli lungo le linee che avete appianato.
Ripetete l'operazione fino a terminare l'impasto e il ripieno.Spero sia tutto chiaro! La prossima volta farò un bel video!!!
LA COTTURA
Cuocete in olio bollente per pochi secondi per lato (controllate che il riaviolo sia dorato), riponete per qualche istante su della carta assorbente e servite ancora caldi con del caprino fresco o da soli.



Con lo stesso impasto, cui ho aggiunto del cacao, ho preparato dei deliziosi ravioli come dessert!



Il ripieno è a base di zucca e di amaretti! Per la ricetta, però, vi chiedo di attendere la mia pubblicazione su Blog di Cucina 2.0, la nuova rivista di cucina on-line di cui... udite, udite! sono stata scelta tra gli Autori!!!
Allora vi aspetto con i miei ravioli dolci e numerosi articoli e ricette interessanti lì... e ovviamente nei prossimi giorni qui!

Con i miei ravioli partecipo a:




Alla prossima!
Silvi
lunedì 24 ottobre 2011
Buongiorno amici!
Finalmente sono arrivata ad una ricetta... rossa! Sono davvero parecchi giorni che riflettevo senza trovare nulla che davvero mi entusiasmasse per il contest di Barbara Get an AID in the KITCHEN. 
Tenevo molto a parteciparvi perchè il premio è qualcosa di spettacolare... che non credo potrò permettermi prima dei prossimi 10 anni :) Ma sopratutto, visto che la vittoria è una speranza ma è molto improbabile, il tema del contest mi piace! Rosso è uno dei colori che amo di più perchè è il colore delle sensazioni più belle: rosso è l'amore, rosso è l'emozione, rosso è la passione, rosso è il calore.
Pensando a questo e al fatto che Barbara ci ha chiesto esplicitamente ricette a basso contenuto di grassi ho creato un sorbetto un po' speciale.



I lamponi, frutti rossi, dolci e gustosi, sono alla base del mio sorbetto. L'ingrediente che rende questa ricetta speciale, però, è il tocco "hot" che spicca nel gusto zuccherino e gelido del sorbetto: una punta di piccante peperoncino rosso.
Sì ho azzardato! Però questo sorbetto ha davvero sorpreso tutti... e poi, anche l'azzardo è rosso!
La ricetta per il mio sorbetto è senza gelatiera perchè io non la possiedo. Ovviamente chi l'avesse può usarla.
Ed ora, bando alle ciancie e via alla ricetta!

Ingredienti:
Lamponi 300g
Limone (succo) 50g
Zucchero 150g
Acqua 100g
Gelatina 1 foglio
Yogurt magro 2 cucchiai
Peperoncino rosso fresco 1 punta

Preparazione:
Unite l'acqua e lo zucchero in un pentolino e, su fiamma media, portate a bollore mescolando delicatamente. Lasciate bollire per poco più di 1 minuto, togliete dal fuoco e scioglietevi il foglio di gelatina, precedentemente ammollato in acqua fredda per qualche minuto.
Mentre il composto si intiepidisce, a parte frullate i lamponi, ben lavati e sgocciolati, insieme al succo di limone e al peperoncino. Iniziate con una punta di quest'ultimo ed assaggiate: potete aggiungerne un'altra punta a seconda del vostro gusto però vi consiglio di non esagerare; il vero segreto di questo sorbetto è assaporare il dolce e percepire solo verso la fine una punta di piccante. Infine aggiungete due cucchiai di yogurt magro ad amalgamate.
Unite a questo punto l'acqua zuccherata al composto di lamponi e mescolate con una frusta delicatamente.
Ponete il tutto in un contenitore con coperchio, oppure ricopritelo con della pellicola, e mettetelo nel freezer. Dovrete lasciarlo per 2-3 ore consecutive poi nelle 3-4 ore successive, ogni ora, dovrete estrarre il composto, mescolarlo accuratamente e con decisione con la frusta, in modo da eliminare gli eventuali cristalli di ghiaccio e le bolle d'aria per poi riporlo nuovamente in freezer.
Il vostro sorbetto sarà pronto dopo circa 6-8 ore nel freezer, a seconda di come vorrete la consistenza, se più "gelatosa" o più liquida.
Il nostro hot-sorbetto ai lamponi è pronto da servire. Io ho usato dei bicchieri da spumante (ma anche quelli da cocktail vanno benissimo) ed ho guarnito con lamponi freschi.




Con il mio sorbetto, quindi, partecipo al contest:


Aspetto i vostri commenti ;)
Un abbraccio!

Silvi
sabato 22 ottobre 2011
Ieri sera ho avuto un'emergenza-dolce! Ospiti all'ultimo momento e la mia mamma che mi chiede: "ma niente dolce?".
Ovviamente non potevo lasciare i suoi ospiti senza dolce! Il problema è che in casa non c'erano uova nè nulla di particolarmente sfizioso x un dessert. Inoltre il tempo era davvero pochissimo!
Così ho improvvisato e gli ospiti sono stati soddistatti tanto della cena di mia mamma (dalla quale poi ho tratto una sua specialità che pubblicherò per voi!) quanto dei miei dolcetti!



La particolarità è che si tratta di una ricetta per dei dolcetti che ricordano i baci di dama ma che non lo sono! Nell'impasto non ci sono uova. Inoltre ho usato tre tipi di farina diversi ed ho aromatizzato alla vaniglia. Risultato: molto friabili e ottimo gusto. Il cioccolato extra-fondente all'interno, infine, ha reso il tutto molto più goloso!

Ingredienti:
Farina 0 Il Molino di Chiavazza 100g
Farina di riso 100g
Farina di mais 100g
Zucchero 50g
Burro 200g
Aroma di vaniglia 2 cucchiaini
Lievito in polvere 1 cucchiaino raso
Cioccolato fondente 75% 100g

Preparazione:
Lavorate con le mani le farine e il burro appena tolto dal frigorifero. Aggiungete lo zucchero, il lievito e la vaniglia. Impastate il composto fino ad ottenere una consistenza morbida ed elastica, compattate in un panetto, quando il composto sarà omogeneo. Create delle sfere con le mani, staccando dei piccoli pezzi di uguali dimensioni dal panetto. Disponeteli su una teglia rivestita di carta forno cercando di appiattire leggermente la parte che appoggiate sulla stessa.
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 15-20 minuti circa (il tempo di cottura varia a seconda dello spessore della teglia), fino a che i biscotti non saranno ben dorati.
Quando i biscottini si saranno raffreddati (non toccateli quando sono ancora caldi) ditribuite il cioccolato, precedentemente sciolto a bagnomaria o al microonde, sul lato piatto del biscotto. Chiudete con una metà senza cioccolato. Lasciate che il cioccolato si raffreddi e diventi più solido e il vostro dessert sarà pronto.
Io ho servito questa mia personale versione dei baci di dama all'interno di bicchieri larghi e bassi disposti sulla tavola: è un'idea simpatica in assenza di un centrotavola che ingolosirà i vostri ospiti sin dalla prima portata.




Che ve ne pare? Forse non è poi così vero che la fretta è cattiva consigliera!

Con questa ricetta improvvisata partecipo alla raccolta:

Un abbraccio e buon weekend a tutti!

Silvi
martedì 18 ottobre 2011
Il mio futuro "suocero" (... ahahha! Se mi sente che lo chiamo così!!!) è un abile "fungaiolo" che raccoglie un sacco di porcini ma non li mangia... e per fortuna direi!
Così avevo dei bei porcinetti con cui ho fatto un risottino niente male (che pubblicherò nei prossimi giorni) e questa quiche pensata per gli ingredienti del mese di Gattoghiotto per Malvarosa edizioni: funghi e noci!
Gustosa e delicata nello stesso tempo... fa apprezzare i colori e i sapori dell'autunno!



Allora ecco la ricetta!

Ingredienti:
Pasta sfoglia 1 confezione (ho usato quella vegetale no colesterolo oppure se avete tanta buona volontà e tempo potete farla in casa)
Funghi porcini 2 medio-piccoli o 1 grande
Patate 2 piccole o 1 grande
Robiola 200g
Uovo 1
Parmigiano grattuggiato q.b.
Noci sgusciate 70-100g
Mozzarella 1
Prezzemolo q.b.
Sale q.b.
Olio q.b.
Vino bianco 1 tazzina
Latte 1 tazzina
Noce moscata q.b.

Preparazione:
Pelate le patate e tagliatele a rondelle piuttosto sottili. Cuocetele in olio caldo finchè non saranno dorate. Ponetele su della carta assorbente salandole leggermente. Preparate ora i funghi: lavateli, tagliateli a fette e cuoceteli in padella come segue. Fate un soffrittino con olio e cipolla tagliata finemente, aggiungetevi i funghi e del vino bianco. Lasciate evaporare. Mettete un pizzico di sale, poco prezzemolo e aggiungete acqua o brodo fino a che la cottura non sarà completa. Nel frattempo unite in un tegame la robiola, l'uovo, le noci tritare nel mixer, il parmigiano, dell'altro premezzemolo, un pizzico di noce moscata e il latte. Con una frusta (non elettrica) amalgamate con cura gli ingredienti creando una crema morbida.

COMPONIAMO LA QUICHE
In una teglia rivestita di carta forno disponete la pasta sfoglia lasciando i bordi piuttosto alti (circa 1,5cm). Disponete delle fette di mozzarella tagliata sottile sul fondo e poi, sopra, le patate e i funghi porcini. Versate poi la crema di formaggio a ricoprire il tutto e livellatela. Al di sopra potete mettere delle altre noci tritate più grossolanamente. Oltre alla quiche con la sfoglia in eccedenza ho fatto due deliziosi fagottini con i medesimi ingredienti.

Cuocete in forno preriscaldato a 175° per 20-25 minuti.
Potete servirla sia calda che fredda: calda però è davvero ottima perchè la crema al formaggio all'interno resta squisitamente morbida e con una "scioglievolezza" piacevolissima in contrasto con la croccantezza della sfoglia e delle patate.




Che ve ne pare?

Di questa quiche trovi la versione stampabile QUI! 

Il bannerino della piccola bottega di campagna:


E già che ci sono questi ottimi funghetti nella mia ricetta partecipo anche a:



Un abbraccio e alla prossima ricetta!!

Silvi
lunedì 17 ottobre 2011
Buongiorno a tutti!
Già su FB avevo anticipato a chi mi segue che oggi sarebbe arrivata la ricetta di queste ottime cupcakes decorate in maniera molto divertente e ideale per i bambini!
L'occasione infatti è stata il compleanno della mia nipotina Elisa per la quale ho realizzato queste cupcakes dei Pokemon!!!


Ho preparato 4 tipi diversi si muffins: 6 al cioccolato, 6 con marmellata di more, 6 integrali e 6 al caffè! Infine li ho decorati con pasta di zucchero, dopo essermi stampata le immagini dei Pokemon che a Eli piacciono di più e che più si prestavano ad essere stilizzati in un tondo!

Ora vi scrivo la ricetta base per i cupcakes seguita dalle "variazioni" per ciascuno dei 4 gusti.

Ingredienti per 6-8 cupcakes:
Burro 65g
Zucchero 75g
Farina 0 Il Molino di Chiavazza 100g
Uova 1
Lievito per dolci 1 cucchiaino
Sale 1 pizzico 

inoltre...
PER I CHOCOLATE CUPCAKES
Cacao amaro 30g
Yogurt alla vaniglia 100g
Cioccolato gocce o scaglie a piacere

PER I BLACKBARRY CUPCAKES
Yogurt bianco o al miele 100g
Marmellata di more 2 cucchiaini per cupcake
Vanillina 1 bustina

PER I CUPCAKES INTEGRALI
Yogurt ai cereali 100g
Sostituire la farina con Farina integrale e lo zucchero con Zucchero di canna

PER I COFFEE CUPCAKES
Yogurt al caffè 100g
Sostituire lo zucchero semolato con quello di canna

Preparazione
Lavorate il burro (morbido a temperatura ambiente) con lo zucchero utilizzando una frusta elettrica. Incorporate poi l'uovo intero. Aggiungete gli altri ingredienti uno alla volta amalgamando bene e per ultimo aggiungete lo yogurt servendovi di una spatola. Quando il coposto sarà omogeneo riempite i pirottini aiutandovi con un cucchiaio. Fate attenzione a non riempirli troppo: tra la metà e i 3/4 va bene.
Una nota per i cupcakes alle more: coprite il fondo del pirottino con del composto poi  mettete i due cucchiaini di marmellata e ricoprite con un altro cucchiaio di impasto.
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 15-20 min.
Dopo averli fatti raffreddare potete decorare i vostri cupcakes con la pasta di zucchero!






Ovviamente i soggeti possono essere svariati! Tanti animaletti si prestano a giocare con colori e forme sui cupcakes... ma devo dire che i pokemon sono stati davvero divertenti da realizzare e molto apprezzati dalla festeggiata e non solo!
Una chiccha rigardo al "flavour" di questi muffins: dovete provare quello al caffè per colazione! E' un vero piacere da gustare (anche senza decorazione!).

E a proposito di cupcakes:




Al prossimo post!


Silvi
venerdì 14 ottobre 2011
Buongiorno a tutti!
Oggi vi presento un tortino di patate che a casa mia amiamo molto! E' gustoso e rappresenta un piatto unico facilmente realizzabile, a basso costo e di grande effetto!
Solitamente si consuma caldo, appena sfornato, quando la mozzarella è ancora filante... ma a noi piace anche freddo il giorno dopo! Quando si dice che non si butta via mai niente ;)
Allora vi presento il gateau di patate, oggi eccezionalmente preparato con le Patate di Oreno... dalle mie parti le più buone e le più "nostre":



Ingredienti per 6 persone:
Patate 12 medie (circa 1 kg)
Uova 2
Grana o Parmigiano in abbondanza
Prosciutto cotto 120 g (a dadini o a fette a seconda del gusto)
Mozzarella 1
Scamorza a fette 100g (se piace anche affumicata)
Burro 50g
Sale q.b.
Pan grattato q.b.

Preparazione:
Dopo aver pelato la patate e averle fatte cuocere in acqua bollente leggermente salata, riducetele a purè con lo schiacciapatate. In una terrina aggiungete insieme alle patate, ancora calde, il burro a fiocchi, del parmigiano e il sale. Sbattete due uova e unitele al composto amalgamando con cura. Stendete ora in una pirofila precedentemente imburrata e infarinata (io in questo caso uso del pan grattato) uno strato del vosto composto di patate (circa un paio di cm) e livellatelo con una forchetta. Distribuite poi su tutta la superficie le fette di prosciutto, la mozzarella tagliata a fette sottili o a dadini e la scamorza. Potete aggiungervi dell'altro parmigiano. Ricoprite con il restante composto di patate sempre livellando con la forchetta con la quale, infine, disegnerete i caratteristici "solchi" del gateau. Spolverizzate la superficie con un pugnetto di pan grattato e dell'altro parmigiano.
Buon appetito... per oggi... e per domani!







Con questa ricetta partecipo al simpatico contest di Pane e Olio:



Alla prossima ricetta amici!

Silvi
mercoledì 12 ottobre 2011
Ciao amici!
Pubblico questa ricetta con tanto orgoglio e soddisfazione perchè è una ricetta tipica della mia zona: la chiamiamo torta paesana e il bello di questa torta (che in genere si prepara per la festa del paese) è che ogni paesino della Brianza la fa a suo modo... e ciascuna famiglia di ciasun paesino ha la propria personale ricetta! Oggi condivido con voi quella della mia famiglia che la mia cara Nonna aveva insegnato alla mia Mamma e che lei ha insegnato a me... ciascuna con il proprio tocco personale.
E' una torta nata "povera" che si faceva con gli avanzi del pane raffermo e il latte... poi è diventata devvero una delle torte più golose e ricche che io conosca!



Dopo questa nota introduttiva eccovi la ricetta, con la raccomandazione di "tenerla d'acconto"... perchè le tradizioni sono importanti.

Ingredienti:
Pane anice 250g (non dappertutto si trova: eventualmente sostituitelo con 250-300g di savoiadi e dell'aroma all'anice)
Pane raffermo 2-3 (dimensione francesini)
Zucchero 200g
Cacao amaro 150g
Pinoli 100g
Uvette 150g
Cedro candito 50g
Burro 70g
Uova 2
Latte intero 1/2 l
Cioccolato fondente 100g
Vanillina 1 bustina
Sale 1 pizzico
Rum 1 fialetta
Lievito per dolci 2 cucchiaini


Preparazione:
Mettete il pane raffermo a bagno in aqua fredda. Nel frattempo sbriciolate gli amaretti e il pane anice e poneteli in una terrina capiente. Unitevi lo zucchero, il cacao, i pinoli, il cedro, le uvette dopo averle ammollate in acqua, il burro precedentemente disciolto a bagnomaria, il cioccolato finemente sminuzzato, le uova intere, il latte, la vanillina, il sale e il rum. Aggiungiete gli ingredienti uno alla volta amalgamando bene il composto. Quando il pane si è ammollato strizzatelo per eliminare tutta l'acqua e unitelo agli altri ingredienti: mescolate con cura. Valutate la conistenza dell'impasto: deve risultare molto morbido (una sorta di crema) pertanto potete aggiungere ancora del latte qualora vi sembrasse troppo asciutto. Lasciate riposare il composto per alcune ore (6-8) ricoprendo la terrina con un canovaccio. Per ultimo aggiungete il lievito disciolto in poco latte ed amalgamate bene. Imburrate ed infarinate una tortiera del diametro di 26 cm e versatevi il composto. Prima di infornarla potete decorare la torta distribuendo qualche pinolo sulla superficie. Cuocete in forno preriscaldato a 175° per 1 ora circa (vi consiglio la prova stuzzicadenti).
Lasciate raffreddare e gustate!




Di questa torta trovi la versione stampabile QUI

Partecipo a:



Vi ricordo che:
- alla pagina "le migliori ricette di Silvi's Kitchen stampabili" potete scaricare la scheda stampabile di alcune delle mie ricette!
- alla pagina "i miei contests" potere scaricare la RACCOLTA in pdf delle ricette che hanno partecipato a Yogurtando!


A prestissimo :)

Silvi
lunedì 10 ottobre 2011
Amici è con gioia che vi annuncio che la Raccolta di Yogurtando è pronta per voi!




Su questa pagina trovate due immagini su cui potete clickare: una vi permette di scaricare la raccolta delle ricette salate e l'altra di quelle dolci.

Devo confessarvi che rivedere di nuovo tutte le vostre ricette mi ha fatto molto piacere e mi è venuta voglia di porvarne ancora! Sarà per la mia sconsiderata passione per lo yogurt o sarà perchè tutte le ricette sono molto interessanti... ma vi consiglio proprio di salvarvi il pdf e di tenerlo nel pc a portata di click perchè questo contest mi ha insegnato che con un vasetto di yogurt nel frigorifero si può davvero fare di TUTTO!

Che dire? Il capitolo "Yogurtando" si chiude davvero?! I vincitori sono stati annunciati, i loro premi sono in viaggio, la raccolta è stata ultimata (spero che la grafica sia di vostro gradimento... è la prima volta che faccio un lavoro di questo tipo ma ce l'ho messa tutta!)... non mi resta che dire ancora grazie di cuore a tutti e spero che al mio prossimo contest parteciperete ancora così numerosi (a proposito ho già qualche idea che mi frulla per la testa!).

Intanto vi aspetto per le mie prossime ricette!
Buona giornata!

Silvi
domenica 9 ottobre 2011
Ieri era un compleanno speciale! Quello del mio unico nipotino maschietto Simone! Ha 8 anni e da grande vuole fare il batterista... quindi indovinate un po' quale torta ha realizzato per lui la sua zia???


Si tratta di una torta soffice al cioccolato con una sottile farcitura di panna decorata con pasta di zucchero e con biscotti di frolla senza burro decorati con pdz e glassa reale.
Il futuro batterista ha molto apprezzato ed ha persino tentato di suonarla!!

Per la torta soffice al cioccolato
Ingredinenti:
Zucchero 130 g
Uova 4
Olio di semi 1 tazzina
Latte 40 ml
Sale 1 pizzico
Lievito in polvere 1 bustina
Farina 150 g
Fecola 30 g
Cacao amaro in polvere 60g
Cioccolato fondente 50g

Preparazione:
Sbattete, con la frusta elettrica, le uova intere con lo zucchero per circa 5 minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Poi, senza fermare lo sbattitore, aggiungete il latte, l'olio e il pizzico di sale. Incorporate con delicatezza la farina, la fecola, il cacao e il lievito setacciati. Per ultimo unite il cioccolato precedentemente disciolto a bagnomaria. Amalgamate e, quando avrete un composto uniforme, ponetelo in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata del diametro di 24 cm ( o meno se vi piace molto alta). Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 min.



Per i biscotti di frolla senza burro
Ingredienti:
Farina 200 g
Olio 60g
Uova 1 + 1 tuorlo
Zucchero 80g
Latte 25g
Vanillina 1 bustina
Sale 1 pizzico
Lievito in polvere 1/2 cucchiaino

Preparazione:
Preparate l'impasto come una classica pasta frolla. Dopo aver fatto riposare l'impasto in frigorifero per circa 30 min, stendetelo con un matterello (spessore circa 0,5-0,6 cm) e con un tagliapasta create i vostri biscotti. Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 10-15 min.
Per metterli sugli stecchini è sufficiente che infiliate con delicatezza uno stuzzicadenti nella forma del biscotto prima della cottura.

Per le decorazioni in pdz aspettate che la torta (e i biscotti) si raffreddino e poi liberate la vostra fantasia!



Vi preannuncio che sabato prossimo c'è un altro comlpleanno importante in famiglia... quindi è in arrivo un'altra torta decorata!
Vi aspetto e approfitto per ricordarvi che da pochi giorni su Silvi's Kitchen c'è una nuova pagina nella quale potete scaricare la versione stampabile delle mie migliori ricette!


 A presto, Silvi
lunedì 3 ottobre 2011
Ci siamo!!! E' Arrivato il momento dei vincitori!



Non voglio annoiarvi nuovamente con ringraziamenti e preamboli, però non posso davvero fare a meno di dire che sono quasi emozionata nel chiudere il contest perchè è stata una bella esperienza, che certamente ripeterò a breve, in quanto ho imparato tanto dalla vostra cucina e, grazie a Yogurtando, il mio blog si è aperto a molte persone nuove.

Riguardo alla scelta dei vincitori devo dire che non è stato semplice! Sia io che la giuria abbiamo apprezzato molto tutte le ricette finaliste ma, alla fine, sono state scelte quelle da premiare che ci hanno messi tutti d'accordo!
Non vi tengo più sulle spine...

Il vincitore per la categoria DOLCE è stato scelto perchè la sua ricetta è piaciuta tanto a grandi e piccini, perchè sia la ricetta che la preparazione dettagliate hanno permesso la perfetta riuscita di un dolce dalla morbidezza straordinaria e inoltre perchè l'utilizzo di alcuni ingredienti è stato originale ma davvero di gusto. Infine l'uso dello yogurt era proprio alla base della ricetta.

Il vincitore per la categoria SALATO è stato scelto perchè la sua ricetta era facilmente realizzabile e garantisce un ottimo risultato. Inoltre si tratta di un piatto assai versatile in cui, a seconda dei gusti e delle occasioni, alcuni ingredienti posso essere personalizzati. Infine lo yogurt si integrava perfettamente nella ricetta salata.

Finite le spiegazioni passo alle CONGRATULAZIONI a...

LE TORTINE per il dolce


SOTTO MENTITE SFOGLIE per il salato



...a cui vanno i bei premi offerti da Bottega dell'Anima!!
Chiedo ai vincitori di inviarmi per mail i loro dati ed indirizzi così che possa provvedere a spedirvi i premi!

Insomma... abbiamo proprio finito... o forse no!?
Yogurtando si chiude ma tra breve ci sarà una meravigliosa raccolta con tutte le ricette che hanno partecipato... così nessuno si chiederà più cosa fare di un barattolino di yogurt!

Vi aspetto numerosi per la raccolta perchè mi sto impagnado tanto per prepararla e spero di cuore che vi piacerà e che ciascuno di voi la scaricherà!

Ancora grazie a tutti!

Silvi
domenica 2 ottobre 2011
Innanzitutto la novità e spero che appreziate l'iniziativa.
Ho deciso di creare dei file di alcune delle mie ricette che potrete scaricare e stampare senza bisogno di cucinare con portatile accanto o di fare imporbabili copia-incolla. In questa pagina trovate i pdf! Ho inizato con un paio di ricette ma piano piano ne troverete sempre di più!

Passiamo a Yogurtando! Ho realizzato le tre ricette mancanti. Pubblico qui sotto le mie immagini e vi anticipo che il verdetto ha comportanto un bel testa-a-testa tra tutte le finaliste perchè, ribadisco, sono state tutte molto apprezzate dalla giuria!
Non illudetevi che sveli ora il vincitore! Devo creare un apposito post... quindi paziantate ancora qualche ora!

Intanto le immagini delle due ricette salate e di quella dolce che non vi avevo ancora mostrato:

Cake allo yogurt con pomodorini di "Sotto mentite sfoglie"





Cupcakes integrali ai fichi di "Le tortine"


 




Focaccia... per tutti gli usi di "Dolci gusti"



 

Seguitemi per scoprire a breve i vincitori di Yogurtando!!!

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

About Me

Le mie foto
Silvi's Kitchen
Benvenuti nella mia cucina! Sono un giovane medico con la passione per la cucina, in particolare per i dolci e per le decorazioni. In questo blog troverete tutte le mie ricette e le mie immagini. Se gradite il mio lavoro e condividete il mio stesso interesse per il cibo tornate a trovarmi, commentate e se volete diventate miei followers! Con ogni vostra visita mi regalate un sorriso! Vi aspetto!
Visualizza il mio profilo completo

translate me^^

Contattami

Contattami
per richieste o collaborazioni all'iindirizzo:
silviskitchen@gmail.com

Follow by Email

Mi trovi anche qui:

Mi trovi anche qui:
Sono tra gli autori di Blog di Cucina 2.0

Ho vinto il contest:

Ho vinto il contest:
grazie!!!

Contests e raccolte

Partecipo a:

Collaboro con:

Blog amici:

Si è verificato un errore nel gadget

Click on "I like"