mercoledì 28 dicembre 2011
Cari amici, spero che abbiate passato un Natale meraviglioso con le vostre famiglie! Per fortuna mi sono ripresa e, nonostante il poco tempo a disposizione, sono riuscita a preparare qualcosina di carino per la nostra tavola natalizia!
Ho cucinato dei buoni biscotti di frolla che ho decorato con la glassa (o ghiaccia) reale e confezionato da utilizzare come segnaposti. Ovviamente è un'idea che potrete sfruttare non solo per il Natale ma anche per la cena del veglione di Capodanno o per qualunque altra occasione speciale riadattando lo stile delle decorazioni dei biscotti.
I miei erano in perfetto stile natalizio e ho scelto il bianco e l'azzurro perchè quest'anno, insieme all'argento, sono stati i colori della nostra tavola.


Ingredienti:
Burro 125g
Zucchero semolato 100g
Farina 00 250g
Uovo 1
Aroma ai fiori d'arancio
Lievito per dolci 1/2 cucchiaino

Preparazione:
In una terrina lavorate il burro, tagliato a cubetti ed appena tolto dal frigorifero, insieme alla farina. Create un composto farinoso ed aggiungetevi lo zucchero, l'uovo, l'aroma (potete scegliere un aroma qualunque che vi piaccia oppure utilizzare scorza di limone  o di arancia) e il lievito. Impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio e compatto. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e riponetelo in frigorifero per almeno 15 minuti. Nel frattempo preriscaldate il forno a 175° statico e rivestite la piastra da forno di carta forno.
Tolto l'impasto dal frigorifero, stendete su un piano leggermente sporco di farina, con un mattarello, una sfoglia di circa mezzo cm. Con uno o più stampini tagliapasta ricavate dalla sfoglia i biscotti, diponeteli sulla placca da forno e cuocete per 15 minuti.
Quando i biscotti si saranno raffreddati potrete decorarli con la glassa reale utilizzando una sac a poche a punta sottile e potrete impreziosirli con zuccherini e decorazoni per alimenti.
I nostri biscottini sono ottimi e pronti da gustare...


Oppure se vi piace l'idea dei segnaposti potete semplicemnte inserirli in un sacchettino trasparente per prodotti alimentari, chiuderlo con un bel nastro del colore della vostra tavola ed attaccare dei piccoli cartellini con i nomi dei vostri ospiti.



Aprofitto per farvi in anticipo i miei più cari auguri di buon anno, ma spero di riuscire a preparare un altro post per prepararci insieme alla cena dell'Ultimo dell'anno!
A prestissimo!

Silvi

martedì 20 dicembre 2011
E' il momento della frutta secca, perchè a Natale non possiamo farne a meno sulle nostre tavole! Ho preparato dei graziosi sformatini alle noci a tema natalizio che ho decorato con dei dettagli colorati in pasta di zucchero. Gli sformatini hanno la peculiarità di non contenere farina ma pangrattato. Hanno un ottimo sapore di noci e un aroma dolce e mieloso grazie allo zucchero di canna.



Ho utilizzato dei bellissimi e versatili stampini in silicone della marca che eccelle nella produzione di stampi in silicone, con la quale ho iniziato una collaborazione e che mi ha inviato questo prodotto: Silikomart.


Ed ora eccovi la ricetta per i mei sformatini alle noci!

Ingredienti:
Noci sgusciate 100g
Pangrattato 50g
Margarina 60g
Zucchero di canna 70g
Uova (4 tuorli e 2 albumi)
Sale 1 pizzico
Cacao amaro 1 cucchiaio (facoltativo)

Preparazione:
Frullate le noci, precedentemente sgusciate, in un mixer insieme a 2 cucchiai dello zucchero di canna. In una ciotola lavorate la margarina abborbidita a temperatura ambiente con il restante zucchero di canna, fino ad ottenere una crema morbida. Aggiungete i successivi ingredienti uno per volta amalgamando il composto con cura: i tuorli, le noci frullate, il pangrattato e l'eventuale cacao.
Montate a neve fermissima i due albumi ed uniteli al composto con le noci. Mescolate delicatamente fino a renderlo omogeneo.
Versate il composto negli stampini (se non possedete quelli in silicone dovrete imburrare e spolverizzare con lo zucchero semolato gli stampini), riponeteli in una teglia di poco più grande con il bordo alto in cui verserete dell'acqua per poter cuocere gli sformatini a bagnomaria nel forno.
Infornate a 170° per 30 minuti. Togliete gli sformatini dal bagnomaria e, dopo averli fatti raffreddare per almeno 5 minuti, sformateli sui piattini.
Potere servirli con della panna fresca montata molto morbida con dello zucchero o con del cacao. Oppure potete, come ho fatto io, sbizzarrirvi nel decorare i dettagli di queste bellissime formine con della pdz colorata.


Partecipo al contest:


e a:


lunedì 19 dicembre 2011
Eccomi finalmente!
Non bastavano i mille impegni di dicembre... dovevo anche ammalarmi! Insomma sono rinchiusa da una settimana e oggi è il primo giorno in cui, finalmente riesco a fare qualcosa.
Mi dispiace proprio essere mancata in questo periodo, avevo un sacco di belle idee da condividere con voi per prepararci insieme al Natale e invece farò in tempo a fare solo qualcosa nei pochi giorni rimasti prima delle feste!
Almeno ci proviamo, che ne dite? Vorrei incominciare con un piatto ideale per l'antipasto del cenone della Vigilia o per il giorno di Natale se amate il pesce ma anche per la cena dell'ultimo dell'anno. Si tratta dell'insalata di piovra, ricetta autentica della mia Mamma... perchè questa è una tradizione di famiglia e "dalle mie parti" si dice che la piovra "dell'Anna" (mia mamma appunto) sia strepitosa e sulla nosttre tavola non può certamente mancare!


Ingredienti: (per 4-6 persone)
1 Piovra da 700g circa
Patate medie 2
Verdure e aromi per il brodo di cottura (sedano, cipolla, carote, salvia, rosmarino)
Olio extravergine di oliva q.b.
Limone 1/2
Aceto q.b.
Sale
Aglio 2 spicchi
Prezzeomolo q.b.

Preparazione:
Lavate accuratamente la piovra e pulitela: tolgiete gli occhi, rovesciate il "cappello" e lavate con attenzione le piccole ventose dove spesso si deposita la sabbia. Mettete ora la piovra in un tegame capiente, ricopritela completamente di acqua e aggiungete le verdure. Portate ad ebollezione su fuoco medio e, dopo circa 15 minuti dall'inizio di quest'ultima, aggiungete una  presa di sale. Laciate che la cottura sia completa: mediamente è di circa 45-60 minuti ma io vi suggerirei di fare la prova della forchetta che deve affondare con facilità. Potete ora togliere la piovra dal fuoco, eliminate l'acqua e, mentre è ancora calda, spellatela con cura e lavatela, infine, sotto l'acqua corrente per eliminare i residui di pelle: dovrà risultare bianchissima.
Sbollentate le patate con la buccia, dopo averle lavate, e mentre sono ancora calde pelatele.
Tagliate la piovra e le patate a piccoli pezzi in un'insalatiera e condite con olio, aceto, limone, sale, aglio (che poi toglierete prima di servire) e prezzemolo.
Lasciate riposare ed insaporire per qualche ora e servite.


Buon antipasto!!!

Partecipo a:


Vi aspetto nei prossimi giorni per dei dolcetti natalizi e per qualche idea per la tavola!

Un abbraccio
Silvi
mercoledì 7 dicembre 2011
E' un periodo intenso ma per la cucina devo e voglio trovare il tempo! Così, dal momento che si avvicina il Natale e torna la voglia di alcuni sapori e delle cose fatte in casa, ho pensato di dedicarmi alla preparazione di pasta fresca: oggi vi presento le mie tagliatelle che ho condito con una crema di Philadelphia e salmone unita a saporite zucchine.


Ingredienti:
PER LA PASTA FRESCA
1 uovo intero ogni 120g di Farina
(per 4 persone ho usato 4 uova)

PER LA CREMA AL SALMONE
Salmone affumicato 100g
Philadelphia in panetti 160g
Zucchine 1
Cipolla q.b.
Olio d'oliva 2 cucchiai
Olio per friggere
Sale

Preparazione:
PER LA PASTA FRESCA
Disponete "a fontana" la farina su un piano di lavoro. All'interno mettete le uova intere ed incominciate delicatamente ad impastare reccogliendo poco a poco la farina dai bordi. Lavorare bene l'impasto fino ad ottenere un composto liscio e compatto. Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e staccate una parte per volta per preparare le tagliatelle. Vi conisglio di usare la macchina per la pasta fresca, se la possedete: stendete prima una sfoglia di 3-4 mm, ripetete il passaggio attraverso la macchina per un paio di volte ripiegango la sfoglia a metà, infine passatela un'ultima volta diminuendo lo spessore. Da ultimo passate la sfoglia nel rullo per le tagliatelle col medesimo spessore e diponete le tagliatelle su un vassoio facendo in modo che non si accalchino l'una sull'altra. Potete sporcarle con poca farina. Ripetete l'operazione fino al termine dell'impasto.


Cuocete le tagliatelle per pochi minuti (4-5min) in abbondante acqua bollente. Non dimenticate di salare l'acqua di cottura e di mettervi un filo di olio per evitare che la pasta fresca attacci.

PER LA CREMA AL SALMONE
Tagliate il salmone a dadini e fatelo saltare in una antiaderente insieme ad un soffritto di olio d'oliva e cipolla. Quando si sarà dorato aggiungete i panetti di Philadelphia tagliati a pezzetti e mescolate con delicatezza fino a far scioglire il formaggio fresco.
In una padella a parte, friggete le zucchine, dopo averle lavate e tagliate a rondelle, fino a renderle croccanti. Lasciatele asciugare su della carta assorbente e salatele leggermente.

COMPONIAMO IL PIATTO
Colate l'acqua delle tagliatelle ma conservate qualche cucchiaio di acqua di cottura. Versate le tegliatelle, insieme alla poca acqua di cottura messa da parte, nella padella con la crema al salmone e Philadelphia. Fate saltare a fuoco medio ed unitevi le zucchine.
Servite ben calde ultimando il piatto con qualche cubetto di Philadelphia fresco ed altre zucchine. Decorate infine con dei piccoli rotolini di salmone, in modo da creare delle graziose roselline sul vostro ottimo primo piatto.



Con le mie tagliatelle partecipo a:


Vi annuncio che domani pubblicherò un post che spero vi interesserà! Quindi vi aspetto!
Intanto vi auguro una buona domenica!

Silvi
sabato 3 dicembre 2011
Ecco la mia ultima ricetta per Blog di Cucina 2.0!
Si tratta di deliziosi biscotti al profumo di arancia e nocciole con una golosa copertura al cioccolato!

Con questa ricetta partecipo a 

Eccovi le immagini...e per la ricetta non vi resta che clickare su Blog di Cucina!



 
martedì 29 novembre 2011
Buon pomeriggio a tutti!
Spero che troverete questo post interessante perchè contiene ben tra ricette: la ricetta del pan dispagna, quella della crema pasticcera e la ricetta della chantilly!
Ma partiamo dall'inizio. Mi è stato chiesto di preparate una bella torta decorata per i 5 anni di BlackBerry Italia. Ovviamente nella torta dovevano esserci due elementi imprescindibili: il logo di BBItalia e il numero 5. Per il resto ho potuto creare liberamente: ho scelto di realizzare delle decorazioni con delle forme e dei colori che riprendessero il logo e che si sposassero con la modernità e l'essere all'avanguardia di BlackBerry.
Per quanto riguarda "il contentuto", la torta è a base di un pan di spagna soffice con una doppia farcitura di crema chantilly e, immancabilmente, di marmellata di balckberry (more)!!


Premetto che la mia torta era piuttosto grande. Vi darò le dosi per una torta tonda del diametro di 26 cm e vi dirò il mio "trucchetto" per "moltiplicare" il pds!

Ingredienti:
PER IL PAN DI SPAGNA
Uova 6
Zucchero 180g
Farina 00 90g
Fecola Il Molino 90g
Vanillina 1 bustina
Sale 1 pizzico

PER LA CHANTILLY (più correttamente dovremmo chiamarla crema diplomatica... ma... dai! la conosciamo tutti come chantilly!)
Panna da montare 250 ml
Zucchero a velo vanigliato 50g

Latte 250 ml
Tuorli d'uovo 3
Maizena Il Molino 25g
Zucchero 75g

Marmellata di more

Preparazione:
PER IL PAN DI SPAGNA
Montate le uova intere con lo zucchero utilizzando delle fruste elettriche ad alta velocità per almeno 10 minuti. Quando avrete ottenuto un composto voluminoso e sodo, aggiungete il pizzico di sale e a pioggia farina, fecola e vanillina setacciate, poco per volta, ed amagamate con movimenti delicati fino ad ottenere un composto omogeneo. Distribuite in una teglia foderata di carta forno livellando il composto e cuocete in forno preriscaldato a 175° per 40 minuti.
Se volete moltiplicare/dividere la dose calcolate sempre 30g di farine (farina + fecola) e 30g di zucchero per ogni uovo in più (o in meno), così non vi sbaglierete!

PER LA CHANTILLY
Dovrete creare due creme da unire nelle proporzioni di 1/3 e 2/3. Io in realtà faccio sempre un po' più di 1/3 dell'una e un po' meno di 2/3 dell'altra perchè la preferisco più "pannosa" e meno "cremosa".
1. Montate la panna fresca (e fredda da frigorifero) con uno sbattitore a frusta. Aggiungete poi gradatamente lo zucchero a velo ed amalgamate delicatamente.
2. Per la crema pasticcera lavorate con uno sbattitore a fruste i tuorli con lo zucchero fino a creare un composto cremoso e spumoso. Nel frattempo intiepidite il circa 3/4 del latte ed unitelo al composto di uova senza fermare lo sbattitore insieme alla maizena. Rimettete sul fuoco insieme al restante latte e porate ad ebollizione continuando a mescolare. Quando avrà raggiunto una consistenza cremosa e compatta la crema sarà pronta. Lasciarte che si raffreddi ponendola in una ciotola e ricoprendola con della pellicola trasparente a contatto con la superficie della crema.
3. Unite circa 150g della crema a base di panna con circa 250g di pasticcera in una terrina capiente. Mescolate con delicatezza con movimenti dall'alto verso il basso fino ad ottenere una crema morbida ed uniforme.

COMPONIAMO IL DESSERT
Quando il pds sarà freddo tagliatelo in tre parti (in modo da ottenere tre dischi) e farcite con abbondante marmellata di more. Dopo aver distribuito la marmellata in maniera uniforme ricoprite con la crema chantilly e livellatela. Chiudete con uno strato di psd e ripetete l'operazione della farcitura nel secondo strato. Chiudete con l'ultimo cerchio (o quadrato nel mio caso) di pds.
Ho ricoperto l'intera torta con la chantilly (uno strato molto sottile) che mi è servito per far "attaccare" la pasta di zucchero che ho usato per la copertura e per le decorazioni.
Se non avete la possibilità di decorare con la pdz, utilizzate più abbondante chantilly per la copertura oppure della manna montata e decorate con more fresche e con la stessa chantilly servendovi di una sac a poche.















Come sempre aspetto i vostri commenti!!!
Buona serata!

Silvi

giovedì 24 novembre 2011
In passato ho realizzato mousse, budini, panna cotta... ma la bavarese per me è una novità.
Ho creato una golosità a due gusti, cioccolato bianco e cioccolato fondente, ed ho dato un tocco di freschezza con il topping di fragoline di bosco e lamponi. Il tutto poggiato su una base sottile di pan di spagna leggero.
E' un dessert che mi ha dato molta soddisfazione: si presenta benissimo, ha una consistenza morbida e per nulla gelatinosa spezzata dalla base soffice e i sapori, a detta degli ospiti che l'hanno mangiato, si sposano molto bene tra loro.



Ora vi presento la ricetta, a voi il verdetto finale.

Ingredienti per 6-8 monoporzioni:
PER IL TOPPING
Fragoline di bosco e lamponi 1 vaschetta
Zucchero di canna 2 cucchiai
Gelatina in fogli 4g

PER LA BAVARESE
Latte 100ml
Panna fresca 350ml
Cioccolato bianco 50g
Cioccolato fondente 70g
Gelatina in fogli 8g

PER LA BASE
Zucchero 60g
Uovo 1
Farina 20g
Fecola 20g

Preparazione:
PER IL TOPPING
Lavate i lamponi e le fragoline, sgocciolate con cura e poneteli in un tegame insieme allo zucchero di canna. Ponete su fuoco medio per circa 5 minuti fino a che si sarà creata una sorta di salsina. Frullateli e, mentre sono ancora caldi, incorporatevi la gelatina, precedentemete ammollata in acqua fredda, e mescolate fino al suo completo discioglimento.
Distribuite ora sul fondo degli stampini in silicone monoporzione circa un cucchiaio e mezzo del frullato e riponete in frigorifero a solidificare.

PER LA BAVARESE
In un tegame scaldate a fuoco basso il latte e circa 50 ml di panna. Quando sarà caldo dividete in parti uguali il contenuto in due ciotole: nell'una farete disciogliete, dopo averlo tagliato a pezzetti, il cioccolato bianco, nell'altra quello fondente. Mescolate fino ad ottenere dei composti omogenei, infine, mentre sarannoancora caldi, sciogliete 4g di gelatina nell'uno e i restanti 4 g nell'altro ed amalgamate.
Mentre i composti si raffredderanno leggermente a temperatura ambiente, montate la restante panna. Unite metà della panna montata al cioccolato bianco e l'altra metà a quello fondente amalgamando con movimenti delicati dall'alto verso il basso facendo attenzione a non smontare la panna.
Mettete ora i composti ottenuti negli stampini, prima quello al cioccolato bianco e poi quello al fondente. Livellate i due strati e riponete in frigorifero per 3 ore.

PER LA BASE
Montate l'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungetevi a pioggia farina e fecola setacciate ed amalgamate con delicatezza fino a renderlo omogeneo. Distribuite su una teglia 20X20 rivestita di carta forno e cuocete in forno preriscaldato a 170° per mezz'ora.

COMPONIAMO IL DESSERT
Ritagliate con un tagliapasta rotondo dei dischi di pds e poneteli sul fondo di ciascuna monoporzione prima di toglierle dagli stampini. Estraete il dessert dagli stampini (vi consiglio, poichè il dolce ha una consistenza piuttosto morbida, di staccare prima la bavarese dai bordi passando una lama di coltello) e serviteli guarnendo con lamponi freschi e cioccolato fuso.









Con questo dessert vorrei partecipare a:


Spero che questa bavarese sia di vostro gusto!
Aspetto sempre i vostri commenti ;)

In questi giorni sono alle prese con una torta decorata un po' particolare, pensatemi!
A prestissimo!

Silvi
martedì 22 novembre 2011
Che periodaccio amici!
Non solo ho poco tempo per la cucina... ma non trovo nemmeno il tempo per il mio blog e per i vostri!
Sono in pieno tirocinio per l'esame di stato da Medico, da domani inizia la stagione natalizia con il mio coro gospel... il tutto cercando di non trascurare famiglia, amici e sopratutto moroso.
A proposito di lui, la creazione di oggi è in parte merito suo. Infatti lo scorso 3 Novembre io e Massi abbiamo festeggiato 4 anni insieme. Ci siamo ripromessi di non farci grossi regali ma solo un pensiero. Il suo pensiero per me è stato molto apprezzato: dei bellissimi stampi in silicone a forma di rosa!
Ho voluto usarli per provare a realizzare un aspic, cosa che non avevo mai fatto. Ho preparato un aspic vegetariano, leggero, gradevole e, a mio parere, molto grazioso da presentare.



Ingredienti:
Carote piccole 2
Piselli 30 g (di quelli surgelati)
Pomodoro piccolo 1
Patata piccola 1
Cavolfiore bianco 50g
Zucchina piccola 1
Prezzemolo q.b.
Sale q.b.
Brodo vegetale 500ml
Gelatina in fogli 12g

Preparazione:
Pelate le carote, lavate la zucchina e il cavolfiore. Tagliate a pezzetti le carote e la zucchina e selezionate la parti più piccole del cavolfiore. Cuocete al vapore queste verdure e, a parte, sbollentate i piselli e la patata, recedentemente sbucciata e tagliata a piccoli pezzetti, in acqua salata. Mondate infine il prezzemolo, lavatelo e tenete da parte le foglioline più piccole.
A parte preparate del brodo vegetale usando le stesse verdure (eccetto il cavolfiore il cui gusto coprirebbe gli altri) oppure del dado vegetale home made. Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda ed unitela, dopo averla sgocciolata, al brodo caldo. Mescolate fino a che la gelatina si sarà sciolta completamente.
Ora distribuite negli stampini a forma di rosa le verdure cotte (ma mantenute croccanti) e salate ed il prezzemolo. Cercate di disporle in modo da distribuire colori e forme armoniosamente. Versate infine con un mestolino il brodo negli stampini cercando di far penetrare il liquido tra le verdure in tutti gli spazi, vi consiglio quindi, sopratutto se disporrete le verdure molto ravvicinate, di far oscillare con delicatezza gli stampini fino a che il brodo avrà ricoperto tutte le verdure riempiendo l'intero stampo.
Lasciare rapprendere in frigorifero per almeno 4 ore. Servite, dopo aver lasciato riposare a temperatura ambiente per circa mezz'ora, con del buon aceto balsamico.



Ci vediamo alla prossima ricetta... ho in cantiere una torta decorata e altre cosucce dolci che spero vi piaceranno!
A presto!

Silvi
sabato 19 novembre 2011
Quanto mi piacciono! E' una delle cose della mia regione che mi fa davvero impazzire!
Come sempre la ricetta è un pochino rivistata ma, in questo caso, abbastanza fedele alla tradizione! Questa volta non ho avuto il tempo di prearare anche l'impasto ed ho usato quelli confezioni (dai dai, non inorridite! Capita a tutti!).
Allora gradite dei pizzochheri?

Ingredienti per 4 persone:
Pizzoccheri della valtellina 300g
Patate medie 2
Verza 2-3 foglie verdi
Ciuffetti di spinaci un paio
Burro 50g
Olio extravergine di oliva 20g
Cipolla q.b
Aglio uno spicchio (facoltativo)
Sale q.b.
Bitto (o Fontina per chi non lo trovasse) 70g

Preparazione:
In una pentola capiente portate ad ebollizione abbondante acqua, aggiungetevi il sale (come per la pasta, circa un pungo) e mettete a cuocere le verdure (verza e spinaci precedentemente lavati) tagliate grossolanamente e le  patate sbucchiate e tagliate e dadini.
Dopo circa 10 minuti mettete i pizzoccheri nella stessa pentola e lasciate cuocere per tutto il tempo di cottura indicato sulla confezione (può variare da marca a marca ma all'incirca è intorno ai 12 min).
Nel frattempo fate sciogliere il burro, che potrete soffriggere con la cipolla o con l'aglio (che poi toglierete). Scolate la pasta con le verdure e poneteil tutto in un tegame insieme al burro e al formaggio tagliato a dadini. Se vi sembra troppo asciutto potete aggiungere dell'olio extravergine d'oliva. Mescolate in modo che la fontina si sciolga e servite ben caldi!













Buon pranzo alla Valtellinese! Fatemi sapere se avete gradito la mia ricetta e sarei curiosa di vedere se qualcuno ha la propria, così da conforntarla ed imparare dalle vostre... magari un Valtellinese DOC!
A presto amici,

Silvi

lunedì 14 novembre 2011
Ciao a tutti! Avete passato un bel weekend?
Io ho fatto un sacco di cose... passato del tempo col mio moroso, con i miei amici, con i miei nipoti... insomma un bel fine settimana passato troppo in fretta. Per chiuderlo in bellezza (o forse dovrei dire in dolcezza) ieri sera ho preparato questo dessert!
Quindi... eccovi il dolcetto per iniziare col sorriso questa settimana!



Vi propongo una ricetta facile e veloce, richiede circa mezz'ora. Otterrete dei dolcetti molto versatili: buoni a colazione se mangiati semplici senza topping ma anche belli, colorati e gustosi se arricchiti con una glassa di vostro gradimento. Io ho voluto usare la melagrana, frutto di stagione delizioso e molto scenografico! Inoltre tenete presente che si tratta di un dolce senza uova e senza burro, ideale quindi per chi ha allergie o intolleranze ma anche per chi non vuole rinunciare al dolce senza eccedere.

Ingredienti:
PER L'IMPASTO
Farina 200g
Lievito 1 bustina
Ricotta 100g
Latte 1 cucchiaio
Olio di semi 4 cucchiai
Zucchero di canna 70g
Vanillina 1 bustina

PER LA GLASSA
Succo di melagrana circa 50 ml
Succo di limone 20 ml
Zucchero semolato 2 cucchiai
Amido di mais 1/2 cucchiaio

Preparazione:
PER L'IMPASTO
Lavorate a crema la ricotta con il latte, l'olio, lo zucchero e la vanillina. Incorporatevi poco alla volta la farina e il lievito setacciati. Lavorate il composto con le mani fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
Stendete l'impasto servendovi di un mattarello su un rettangolo di carta forno di crica 20X30cm e sulla carta stessa trasferitelo in una teglia delle stesse dimensioni.
Cuocete in forno preriscaltado a 180° per 20 minuti.

PER LA GLASSA
Aprite la melagrana e mettete in una ciotola tutti i chicchi. Schiacciateli con un cucchiaio per fare fuoriuscire il succo, filtratelo ed unitelo al succo di limone. In un tegame unitevi l'amido e lo zucchero e portarelo ad ebollizione a fuoco basso mescolando di continuo. Quando la consistenza diverrà più densa lasciate raffreddare, mescolando di tanto in tanto.

PORTIAMO A TAVOLA I DOLCETTI
Tagliate a quadrotti la torta ancora tiepida. Una volta freddi, stendete la glassa alla melagrana sulla superficie dei dolcetti e gurnite con chicchi di melagrana freschi.



Con questi dolcetti ho vinto il contest:


A presto!!! E buon inizio settimana!
Silvi
mercoledì 9 novembre 2011
Ricordate il mio post sui ravioli alla zucca?

Vi avevo promesso una ricetta dolce a base di ravioli e vi avevo dato un'immagine come anticipazione!
Ieri ho pubblicato la ricetta su Blog si Cucina 2.0 quindi vi lascio il link per andare a curiosare la ricetta! Fatemi sapere che ne pensate!




Un abbraccio!
Silvi
lunedì 7 novembre 2011
Non pensavo che sarebbero venuti tanto buoni! Questa ricetta è stata un po' improvvisata a partire da un vecchio ritaglio di giornale che avevo sommerso tra altre decine di ritagli, ma è perfettamente riuscita visto che i due non-mangiatori di dolci della famiglia hanno fatto "uno tira l'altro" con i miei tartufi al cioccolato!
Inoltre sono semplici da preparare, richiedono pochi ingredienti ma il risultato è strepitoso.



Ingredienti:
Cioccolato fondente 250 g
Panna fresca 120 ml
Burro 30 g
Cacao amaro q.b.

Procedimento:
Tagliate il cioccolato a scaglie e ponetelo in una terrina. In un pentolino, invece, mettete la panna con il burro e lasciate scaldare a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, fino quasi a raggiungere il bollore.
Versate la panna ed il burro sciolto nella terrina con il cioccolato e mescolate con un cucchiaio di legno con delicatezza ma accuratamente. Il cioccolato dovrà sciogliersi completamente e dovrete evitare che restino piccoli pezzi interi.
Quando avete uttenuto una crema morbida e liscia, ricoprite la terrina con della pellicola trasparente e riponetela in frigorifero.
Dopo circa un'ora, la crema sarà diventata più dura quindi toglietela dal frigorifero e preparate le "palline" per i tartufi. Vi consiglio di servirvi di due cucchiaini per creare le sfere e di riporle su un vassoio rivestito di carta da forno. Non vi preoccupate se le sfere non saranno perfette, avrete modo di renderle più belle in seguito. Finita questa operazione rimettetele in frigorifero per un'altra ora almeno.
Toglietele dal frigorifero e fatele ruotare delicatemente tra le mani in modo da renderle più tonde e smussare le imperfezioni. Grazie al calore delle mani il cioccolato più in superficie si ammorbidirà leggermente. Questo vi permette di fare facilmente la copertura dei vostri tartufi! Passateli uno per volta nella polvere di cacao ma se volete potete sbizzarrirvi ricomprendoli con scaglie di cioccolato bianco, granella di pistacchi o nocciole, qualunque cosa vi piaccia. Io ho preferito fare la versione più classica.
I vostri tartufi sono pronti e deliziosi! Vi consiglio di conservarli coperti in frigorifero ma di lasicarli a temperatura ambiente per circa un'ora prima di servirli.







Questa è la mia seconda ricetta per il contest di Esme:



A presto amici!

Silvi
sabato 5 novembre 2011
Ciao Amici!
Oggi è il giorno in cui Blog di Cucina, un sito che molti food blogger conosceranno come aggregatore per blog di cucina, riapre i battenti con una veste del tutto nuova!
Da oggi sul sito troverete non solo ricette, da oggi del tutto inedite, pubblicate dagli autori, tra i quali anche la sottoscritta, scelti dallo staff di Blog di Cucina ma anche degli articoli sul mondo della cucina che potrebbero rivelarsi molto interessanti.
La prima ricetta inedita che ho scelto per Blog di Cucina sono queste deliziose frolle con crema al limoncello:


Per vedere la ricetta e provarla vi basta andare sul sito "Blog di Cucina 2.0"! Vi aspetto!

Ovviamente la mia attività qui su Silvi's Kitchen continua come sempre, quindi continuate a seguirmi!
Ci sentiamo qui lunedì con una nuova... golosa... cioccolatosa ricetta... ma non vi anticipo altro!
Un abbraccio

Silvi
mercoledì 2 novembre 2011



Che piacere il tè di questo pomeriggio! Accompagnato da una torta di mele molto soffice ricca di pezzi delle piccole e gustose mele colte dall'albero in campagna, dal profumo leggero di cannella e dal sapore delicato e goloso della panna fresca.



E' una torta senza burro poichè la panna nell'impasto la arricchisce già molto (la ciambella di Elisa mi ha ispirata nell'uso della panna al posto del latte), inoltre l'olio la rende ancora più soffice e friabile.
Eccovi la ricetta:

Ingredienti:
Zucchero 200g
Uova 2
Olio di semi 1 tazzina
Panna fresca 200ml
Sale 1 pizzico
Vanillina 1 bustina
Cannella in polvere 1 cucchiaino raso
Farina 200g
Lievito in polvere 1 bustina
Mele 700g
Succo di un limone

Preparazione:
Sbucciate le mele, levate il torsolo e tagliatele a pazzettini sottili. Lasciatele in una ciotola con il succo di un limone, in modo che non si anneriscano.
In un'altra terrina preparate l'impasto per la torta mettendo le uova con lo zucchero e miscelando servendovi di una frusta elettrica. Quando il composto sarà spumoso aggiungete l'olio, il pizzico di sale, la vanillina, la cannella e la panna. Per ultimi aggiungete a pioggia la farina e il lievito. Mescolate ora a mano fino a rendere il composto omogeneo.
Infine unite le mele e mescolate.
Mettete il composto in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 50-60 minuti.
Sfornate la torta e fatela raffreddare. Servite spolverizzata di zucchero a velo (se vi piace misto a cannella).



Io amo molto servire la torta di mele con la salsa caramello. Questa volta non ho avuto il tempo di prepararla ma lo farò e vi darò la ricetta anche di quello!
Intanto gustatevi questa torta morbidissima e piena di ottime mele!


Con la mia torta partecipo a:



                                                       





Vi ricordo che di molte delle mie ricette potete trovare un file stampabile!

Anche di questa torta è disponibile la versione stampabile QUI


A presto cari amici!
Silvi

domenica 30 ottobre 2011
Oggi niente ricetta!
Vi mostro soltanto la mia zucca di Halloween (più simpatica che mostruosa) e, per chi non avesse mai provato ad intagliarne una, vi lascio qualche suggerimento su come procedere per avere la vostra Jack o'lantern!



Innanzitutto, ecco cosa vi occorre:
pennarello, coltelli (che taglino bene, possibilmente uno abbastanza grande ed uno più piccolo), cucchiaio o scavino, un panno, un foglio di carta e, ovviamente, una bella zucca!
Ed ecco ora come procedere:
1. Ripulite la vostra zucca sulla superficie utilizzando un panno leggermente umido.
2. Con  il pennarello disegnate a circa 7-10 cm dalla cima (a seconda delle dimensioni della zucca) un cerchio oppure, se volete azzardare, una sorta di stella con numerose punte.
3. Poggiate la zucca in orizzontale su un piano stabile e tagliate col coltello lungo le linee che avete disegnato, affondando il coltello abbastanza a fondo.
4. Aprite ora la vostra zucca e riponete il "cappellino" che avete ricavato da parte, dopo aver ripulito con il panno le tracce di pennarello.
5. Servendovi del cucchiaio o dello scavino svuotate con pazienza la zucca eliminando i semi e la polpa. Più le pareti saranno private della polpa, meno faticoso sarà il vostro lavoro d'intaglio. Se è la prima volta che intagliate, però, vi consiglio di lasciare un po' più di spessore perchè ci sarà meno rischio di rompere la zucca durante l'intaglio.
6. E' il momento di liberare la fantasia e di dare un volto alla vostra zucca. Vi conisglio di disegnare la faccia che volete dare alla vostra lanterna prima su un foglio e poi di riprodurla sulla zucca. Potere ricopiarla  utilizzando sempre il pennarello o usare il metodo "punteruolo" (usando per esempio uno stuzzicadenti).
7. Con il coltello intagliate la zucca lungo le linee disegnate o bucherellate.
8. Quando avete terminato potete divertirvi a creare degli intagli con il coltello piccolo poco profondi, tali solo da rimuovere l pellicina arancione della zucca, in modo da creare dei disegni/decorazioni sulla vostra zucca che la rendano più vostra (come ho fatto io stessa con il fiore che vedete e che ho voluto per rendre più carina la mia zucca-bambina).
9. Inserite una candela all'inerno della zucca ed accendetela! Chiudete "il cappellino" e la vostra zucca è ora una meravigliosa... o spaventosa...lanterna di Halloween!



E' una cosa divertente che ai bambini piace molto ma mi permetto di raccomandarvi di fare molta attenzione sia per voi stessi che per i vostri bambini. L'intaglio richiede un po' di forza ma sopratutto sicurezza e precisione. State attenti che il coltello non vi scivoli, dal momento che la superficie della zucca è liscia. Tenete a distanza di sicurezza altri adulti o bambini durante l'intaglio.
Come dicevo, però, i bambini si possono divertire molto con questo tipo di attività quindi potere farli partecipare alla fase di svuotamento della zucca e, naturalmente, a quella di disegno!!!

Allora buon divertimento e felice Halloween a tutti, grandi e piccini!

Silvi

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

About Me

Le mie foto
Silvi's Kitchen
Benvenuti nella mia cucina! Sono un giovane medico con la passione per la cucina, in particolare per i dolci e per le decorazioni. In questo blog troverete tutte le mie ricette e le mie immagini. Se gradite il mio lavoro e condividete il mio stesso interesse per il cibo tornate a trovarmi, commentate e se volete diventate miei followers! Con ogni vostra visita mi regalate un sorriso! Vi aspetto!
Visualizza il mio profilo completo

translate me^^

Contattami

Contattami
per richieste o collaborazioni all'iindirizzo:
silviskitchen@gmail.com

Follow by Email

Mi trovi anche qui:

Mi trovi anche qui:
Sono tra gli autori di Blog di Cucina 2.0

Ho vinto il contest:

Ho vinto il contest:
grazie!!!

Contests e raccolte

Partecipo a:

Collaboro con:

Blog amici:

Si è verificato un errore nel gadget

Click on "I like"